PROGETTO 3

TITOLO DEL PROGETTO:

A… come Accogliere

SETTORE e Area di Intervento:

Settore: ASSISTENZA

Area d’intervento: IMMIGRATI, PROFUGHI

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il progetto intende mettere a disposizione dei richiedenti asilo un’offerta più consistente e articolata di servizi, andando oltre le risposte ai bisogni primari, assicurando spazi e occasioni di condivisione e di dialogo in cui sviluppare relazioni di aiuto e avviare percorsi di integrazione sociale.

In particolare gli obiettivi del progetto sono:

  • Potenziare le attività di accompagnamento e sostegno svolte a favore dei migranti
  • Attivazione e personalizzazione dei corsi in lingua italiana
  • Favorire occasioni di incontro tra la comunità locale ed i migranti

ATTIVITÁ D'IMPIEGO DEI VOLONTARI

I volontari coadiuveranno gli operatori della struttura cercando di agevolare l’inserimento dei migranti accompagnandoli nel percorso volto all’integrazione sociale.

Particolarmente importante sarà il ruolo dei volontari in servizio civile durante l’inserimento del migrante nella società. Il volontario contribuirà a creare all’interno della struttura un clima più accogliente contribuendo ad abbattere le barriere tra operatore e migrante, favorendo così l’integrazione e la socializzazione del neo arrivato.

Il volontarioinserviziocivile dovràosservare il lavoro degli operatori della struttura di accoglienza cercando di acquisire gli stili comunicativi e comportamentali adeguatialle diverse circostanze.

In particolare i volontari in servizio civile:

  • Aiutano ad instaurare una relazione di aiuto e fiducia utente-operatore
  • Partecipano ai momenti di confronto sulle modalità dell’integrazione sociale dei richiedenti asilo
  • Contribuiranno alla responsabilizzazione dell’utente ed al potenziamento delle sue risorse
  • Aiuteranno l’utente ad esplorare le varie componenti della propria personalità, ad individuare e potenziare le proprie risorse emotive, sociali, culturali, materiali e a sviluppare le proprie competenze
  • Aiutano a realizzare il monitoraggio del livello di integrazione degli utenti.

Inoltre i volontari:

  • parteciperanno agli interventi di socializzazione promuovendo iniziative per il tempo libero, affiancamento e/o supporto nell'ambito delle attività diaccompagnamento ai servizi pubblici, seguiranno gli ospiti nelle attività sportive, culturali, ludiche e di gruppo
  • parteciperanno alle attività di animazione previste (carte, calcetto, passeggiate, utilizzo pc ed internet, ascolto musica, TV)
  • accompagneranno gli ospiti per esigenze esterne di vario genere (es. dottore, dentista, rinnovo documenti, permessi di soggiorno)
  • collaboreranno con il personale della struttura al fine di fornire ai richiedenti asilo le informazioni e l’orientamento necessari in base alle necessità dell’utente.
  • coadiuveranno gli operatori del Centro Ancora nell’organizzazione e nella personalizzazione dei corsi di italiano in base alle competenze ed alle capacità dei richiedenti asilo
  • affiancheranno operatori del Centro e i richiedenti nei lavori socialmente utili cercando di favorire l’integrazione tra migranti e comunità locale

CRITERI DI SELEZIONE

I volontari verranno selezionati mediante colloqui individuali svolti dal selettore.

Verranno utilizzati unicamente due strumenti di valutazione:

A) Curriculum Vitae (Max 40 punti)

B) Colloquio (Max 60 punti)

A) Curriculum Vitae

Verranno valutate le informazioni contenute all’interno del curriculum del candidato nella duplice logicadel “sapere” e “saperfare” (titoli +esperienze) con la seguente logica:

Peso eperienze > peso titoli posseduti

Peso esperienze professionali a titolo volontario > peso esperienze professionali a titolo dipendente

Correlazione al settore d’intervento

Correlazione allo svolgimento esperienza presso l’ente.

B) Colloquio

Il colloquio sarà individuale, realizzato dal selettore coadiuvato dallo Staff del Centro Ancora.

Verterà su 6 materie:

  1. Servizio civile,
  2. Elementi di cooperazione sociale e conoscenza del Centro Ancora,
  3. Area d’intervento del progetto,
  4. Progetto prescelto,
  5. Pregresse esperienze lavorative e di volontariato sotto il profilo qualitativo,
  6. Motivazioni al servizio civile.

Il colloquio servirà a valutare il possesso delle competenze inerenti il progetto e la motivazione personale del candidato.

CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI:

Ore di servizio: circa 30 settimanali, 1400 annue

Giorni di servizio settimanali: 5

Obblighi a carico del volontario:

E’ possibile che ai volontari venga chiesta disponibilita’ a prestare serviziosabato o domenica. In ogni caso non saranno chiesti al volontario più di 5 giorni di impegno settimanale.

Viene inoltre chiesto ai volontari:

  • Rispetto procedure e regolamenti interni e della flessibilità oraria (con un minimo di 12 ore settimanali)
  • Partecipare alle eventuali attività esterne e/o soggiorni
  • Partecipare alle eventuali attività programmate nei giorni festivi
  • Usufruire del periodo di permesso durante i periodi di chiusura delle strutture
  • Rispetto della normativa sulla privacy, sulla sicurezza ed sul trattamento dei dati interni
  • Disponibilità alla modifica temporanea di sede

Particolari requisiti richiesti ai volontari: nessuno

SEDI DI SVOLGIMENTO e POSTI DISPONIBILI:

Centro Accoglienza Cittadini Stranieri

Corso Orazio Raimondo 73

18019 Vallecrosia

Posti senza vitto e alloggio disponibili: 2

Casa Camilliani

Via Felice Musso 1

18100 Imperia

Posti senza vitto e alloggio disponibili: 2

Caserma ex Forestale

Regione Gian Lui 1

18031 Bajardo

Posti senza vitto e alloggio disponibili: 2

CARATTERISTICHE CONOSCENZE ACQUISIBILI:

Crediti/tirocini riconosciuti: nessuno

Competenze acquisibili:

A) CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI

Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (animazione minori, sostegno all’integrazione dei minori), ecc.

I volontari saranno impiegati per almeno il 60 % del loro orario di servizio in attività assieme agli operatori nelle sedi di attuazione; in questo modo avranno la possibilità:

  • Di apprendere le modalità relazionali più adeguate per creare efficaci relazioni d’aiuto nei confronti dell’utenza;
  • Di conoscere e collaborare con le diverse figure professionali presenti nella propria SAP;
  • Di apprendere competenze specifiche rispetto il lavoro di gruppo e una metodologia corretta (es. pre-gruppo, gruppo, post-gruppo; supervisioni, ecc.)
  • Di relazionarsi con i referenti di enti, associazioni o altre realtà presenti nel territorio.

B) CAPACITÀ E COMPETENZE ORGANIZZATIVE

I volontari acquisiranno le competenze necessarie rispetto al coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci utilizzabili in futuro sul posto di lavoro, in attività di volontariato, a casa, ecc. Tali competenze verranno acquisite:

  • Attraverso il lavoro di gruppo con l’intera èquipe di operatori, i volontari potranno partecipare all’organizzazione delle attività previste dal progetto
  • Ai volontari verrà insegnato attraverso gli incontri con gli OLP o altri formatori cosa sono i piani di intervento personalizzati come vengono creati e gestiti, le verifiche successive.Sarà inoltre possibile gestire progetti individualizzati.
  • Per le attività di tempo libero collaboreranno con gli OLP nel progettare e avviare attività ludico/ricreative rivolte all’utenza.
  • Per le attività di sensibilizzazione del territorio i volontari collaboreranno con gli OLP o altri operatori e potranno apprendere come progettare, organizzare ed attivare contatti con realtà presenti nel territorio e creare momenti di incontro con la cittadinanza locale.

C) CAPACITÀ E COMPETENZE PROFESSIONALI E/O TECNICHE

Con computer, attrezzature specifiche, macchinari, ecc.

  • Uso dei piani di intervento personalizzato e dei rispettivi programmi informatici.
  • Uso computer e internet per aggiornamento data base, sito, ricerche a diverso tema (es. iniziative presenti sul territorio, mappatura risorse sul territorio, ecc.)
  • Uso strumenti tecnici durante le attività laboratoriali.

FORMAZIONE SPECIFICA DEI VOLONTARI:

Al volontario verranno erogate 72 ore di formazione specifica secondo le seguenti modalità:

Erogazione del 70% delle ore entro il 90° giorno dall’avvio del progetto e il30% delle oreentro il 270° giornodall’ avvio delprogetto.

Programma della formazione specifica:

  • Organizzazione del servizio e della sede di attuazione del progetto
  • Conoscenza dei bisogni del comune sede di progetto
  • Programmazione delle attività e modalità per l’attuazione del progetto
  • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile
  • Bilancio di esperienze iniziale
  • Richiedenti asilo, percorsi e modalità di interazione e integrazione
  • I mille aspetti dell’essere migrante
  • La relazione con i migranti e la comunicazione interpersonale
  • Territorio e servizio civile: come progettare e realizzare delle attività nel territorio imperiese
  • Realizzazione e progettazione di una attività di sensibilizzazione nel territorio imperiese
  • Partecipazione attiva nella comunità. Incontro con altre realtà che operano nel territorio imperiese
  • Bilancio dell’esperienza finale e valutazioni conclusive


PER INFORMAZIONI:

Mirko Marino 0184 505256